Come fare campeggio con i propri figli

 

I bambini di oggi stanno perdendo il contatto con la natura, la capacità di adattamento e la gioia di trascorrere il tempo insieme ai propri genitori. Si cercano ogni giorno metodi e impegni per coinvolgere i bambini e il campeggio è uno di questi. Il campeggio può essere un'importante occasione di svago per gli adulti e soprattutto per i bambini.
Offre una vacanza a stretto contatto con la natura, all'insegna dell'avventura, della scoperta e del divertimento.
Ai bambini è richiesto di divertirsi, ai genitori l'organizzazione perfetta, che possa garantire la sicurezza dei più piccoli, in tutto e per tutto. Da curare le tempistiche, gli accessori da portare con sé, le attività educative e il comfort in tenda.
In questo articolo speriamo di darti delle dritte per trascorrere una vacanza indimenticabile.

Scegliere il tipo di alloggio

Se si hanno dei bambini al di sotto dei 3 anni, la scelta più ponderata è la prenotazione di un bungalow, di una roulotte, o di una casa mobile che i campeggi più attrezzati hanno deciso di mettere a disposizione dei campeggiatori meno adattabili o con bambini troppo piccoli. Può diventare il primo approccio al campeggio per la famiglia senza rinunciare ai comfort del bagno privato, ma anche di una cucina attrezzata e di un materasso per dormire.
 Se, invece, i vostri figli son più grandi, e possono collaborare, potete munirvi di tenda, picchetti e materassi gonfiabili: sarà un'esperienza non solo dormirci, ma anche montare la tenda e predisporre tutto al meglio. Assicuratevi, in questo caso, della qualità della tenda e della resistenza alle possibili intemperie.
Sceglietela con un adeguato numero di camere e una grande veranda. Se non si opta per il bungalow con bagno privato, un’altra accortezza è data dal posizionare la tenda non troppo lontana dai bagni comuni.

Portare e utilizzare gli accessori giusti

Tanto la scelta della tenda, quanto la scelta della posizione è la base per la buona riuscita di un campeggio. Ponete molta attenzione a scegliere uno spiazzo pianeggiante e all'ombra.  Munitevi di un telo che funga da isolante, da porre sotto la tenda per  tenere lontana l’umidità della notte.
Scegliete una pompa efficace e gonfiate i materassini direttamente nella stanza dove dovete sistemarlo. Copritelo con un lenzuolo per evitare il contatto con il materiale plastico di cui è composto.
Da non dimenticare torce, lampade a gas e kit per il primo soccorso.
Un minifrigo e un fornello sono l’ideale per affrontare senza limitazioni il pranzo e la cena, per far accomodare tutti saranno sufficienti un tavolo e delle sedie/sgabelli richiudibili. Per aumentare il comfort portate con voi un ombrellone, delle stoviglie, e tutto il necessario per le pulizie.
Indispensabile è la riserva d’acqua in taniche o bottiglie di plastica per permettere ai propri bambini di lavarsi.

Adesso non rimane che godervi la vacanza in relax e tranquillità.
Ricordatevi che i bambini saranno i primi ad adattarsi in pochissimo tempo e voi genitori farete altrettanto!


Lascia un commento